Obiettivi raggiunti

Ricostruzione della Chiesetta di San Giuliano

 

Il 1° obiettivo è stato quello di ricostruire la Chiesetta di San Giuliano, andata distrutta (sicuramente a causa di un incendio ) verso la fine del 1'700 . Al suo posto era stata costruita una fontana inaugurata nel lontano 1927 insieme all’acquedotto di Muncréch.

E’ stata scelta la zona di “Scontra” perché da sempre era il luogo d’incontro degli abitanti della “villa”: il posto da cui si gode una vista stupenda di buona parte della Riviera e della Bassa Blenio, circondate da una catena di magnifiche montagne.

 

La vecchia campana datata 1624, tramandataci dalla famiglia Valchera, è sicuramente una preziosa testimonianza dell’esistenza della Chiesetta di San Giuliano, e ora fa bella mostra di sé sul piccolo campanile della nuova Chiesetta che è stata inaugurata nell’agosto 2006 da Don Gianola e Don Aurelio Foletta (nostro grande benefattore). Essa è impreziosita dalle finestre artistiche di A. Grassi da Milano, dall’affresco della “transumanza” di Lucia Derighetti, dalle opere in legno di Willy Walser e Martino Buzzi.

..

Altre opere della nostra Associazione.

Nell’ambito dell’ “Itinerario del Sole” ( inaugurato durante la Sagra del 5 luglio 2008 a Montegreco)

Abbiamo costruito il portale della “Via della pietra” a Pönt (bivio Val Malvaglia –Val Pontirone)

 

A Piughéi abbiamo poi ricostruito delle rascane e ristrutturato uno “sprüch” che da rifugio per le capre è diventato luogo di riposo e meditazione.

 

E in seguito:

-il rifacimento dei muri della “carrale” che dalla Chiesetta portano al centro del nucleo con l’intervento degli apprendisti della Ditta J. Wiederkehr di Dietikon ( ottobre 2008 )

-la rascana vicino alla Chiesetta

-i muri dalla Chiesetta da casa Ferriroli alla Chiesetta a “Scontra” , luogo di ritrovo dei terrieri (Franky Road!)

-il sentiero che va a Caigü ( sotto Montegreco ) con l’intervento degli apprendisti di formazione empirica della SPAI di Mendrisio, diretti dai Docenti L.Toschini e F.Sani.

-il forno per il pane ( primavera 2010 ) con ancora l’aiuto degli apprendisti di L.Toschini e F.Sani e il nostro volontariato.

-il sentiero Montegreco - Ranch - Sulgone terminato nell’autunno 2011 in attesa di essere iscritto nella mappa dei sentieri cantonali.

-la nuova Cappella di San Giuliano ai Ranch per ricuperare l’antica tradizione della processione che si faceva in tempi di siccità per chiedere l’aiuto della Divina provvidenza. ( luglio-agosto 2010)

inaugurata nel 2012.

-lo spostamento della vecchia “torva” (“Ca dra Gesa”) da adibire ad Ostello, a Pönt con il SuperPuma per le necessarie ristrutturazioni eseguite in maniera mirabile dal nostro Socio Eros Valchera.

Dal recente esame dendrocronologico di M. Bertogliati, risulta in alcune parti datata 1341 e 1640.

E’ poi stata riportata in loco da un elicottero Kamov, nell’ottobre 2011 , dopo che durante l’estate abbiamo preparato lo zoccolo in pietra e calcestruzzo e terminato i lavori al sentiero Muncrech-Ranch-Solgone.

Tutta l’operazione è stata seguita da una équipe della RSI guidata dal giornalista De Nigris e oggetto di un servizio del Quotidiano.

 

L’Ostello è il principale obiettivo della nostra Associazione e, se le finanze ce lo permetteranno, speriamo di poterlo inaugurare nel 2015.

Molto lavoro è stato fatto nel 2013 e 2014 : sistemazione degli interni, realizzazione di un magazzino a nord, della legnaia a sud e della copertura del tetto in piode di Hinterrhein.

 

Parallelamente prosegue l’iter burocratico per la realizzazione del “sentierone “, opera principale che servirà il maggengo di Piughéi e potrà salvare un “bellissimo giardino” che grazie al lavoro della famiglia Abate (contadini e allevatori di capre) conserva intatte le sue peculiarità e potrà avere in futuro una continuità per i n/s giovani.

Allo scopo di assicurare tutte queste opere al futuro della comunità, è stata creata alla fine del 2011,la Fondazione Monte Greco , proprietaria ora di tutto quello che l’Associazione ha realizzato in questi anni.

A tutt’oggi, i membri della n/s Associazione hanno fornito più di 10'000 ore di volontariato e siamo grati ai n/s piccoli benefattori che ci hanno permesso di far rivivere una zona per molto tempo dimenticata, ma che gode di una incomparabile bellezza e che è raggiungibile tutto l’anno, anche perché i suoi sentieri sono inseriti nella mappa dei sentieri nazionali, e, quando l’Ostello sarà realizzato, sarà punto di riferimento per i turisti che, partendo dalla capanna di Cava, vorranno raggiungere la capanna di Quarnéi o Dagro.

 

Con gli interventi dei militi della PC , nell’ottobre 2013 e 2014, son stati fatti molte migliorie ai sentieri che portano a Muncréch.

Al sentiero Muncréch –Canè e a quello da Piughéi ai Ranch.

 

Le motivazioni non ci mancano per raggiungere gli obiettivi prefissati, ma contiamo sulla generosità della nostra gente e su quella dei benefattori della svizzera interna che già ci hanno aiutato molto e che vogliamo ringraziare pubblicamente.

© Associazione Amici di Montegreco

Casella Postale - Malvaglia